Milano vince l’Access City Award 2016

Per chiudere l'anno in bellezza, ecco finalmente una buona notizia che fa guardare con più fiducia al futuro: Milano si è aggiudicata il premio annuale della città accessibile, assegnato dalla Commissione europea, ossia è la città europea che sta facendo di più per rendersi accessibile anche alle persone disabili e agli anziani. Nell'anno di Expo 2015, un'altra bella soddisfazione per il capoluogo lombardo e per il sistema Italia.Dietro a Milano sono state premiate anche Wiesbaden (Germania), Tolosa (Francia), Vaasa (Finlandia) e Kapsovar (Ungheria).

"Oggi premiamo Milano per il suo impegno a lungo termine per l'accessibilità - ha commentato la commissaria Ue all'Occupazione e gli Affari sociali Marianne Thyssen che ha incoraggiato tutte le città - a imparare dalle buone pratiche di Milano e degli altri vincitori in tutta l'Unione europea, per migliorare l'inclusione attiva delle persone disabili e anziane". In particolare, il premio a Milano è giustificato per il suo impegno "nei progetti che promuovono l'occupazione delle persone disabili " e "non solo per i passi avanti impressionati fatti nel passato per migliorare l'accessibilità, ma anche per i suoi ambiziosi progetti per il futuro".

Di fatto è stato premiato l’approccio adottato in occasione di Expo 2015, per i numerosi lavori effettuati nelle infrastrutture, per l’opera di pubblicità portata avanti tramite diversi canali, tra i quali i portali ExpoFacile e  MilanoAccogliente, e per i diversi servizi adottati nel corso della manifestazione, come il  Mobility center di Cascina Triulza. Un metodo di lavoro condiviso con le diverse associazioni e che proprio per questo ha dato i suoi frutti.

Insomma, per una volta l'Italia dà lezione ai "colleghi europei" e lo fa riguardo ad un tema per noi molto caro: l'accessibilità appunto.
 Una volta qualcuno ha detto che il progresso di un paese si misura considerando il modo in cui vengono trattate le persone più fragili e questo è senz'altro vero quando si parla di accessibilità. L'accessibilità è cartina di tornasole della coesione sociale e dello sviluppo culturale di un paese: e per una volta non abbiamo nulla di cui vergognarci, anzi.  Di certo, i problemi a Milano, come in altre città italiane, restano, ma passi avanti nella giusta direzione sono stati fatti. Yeah ribadisce il suo sforzo e il suo impegno per migliorare l'accessibilità dei servizi pubblici e privati a Verona, attuando interventi che spaziano dalle formazione del personale, alle migliorie strutturali, per arrivare all'accessibilità delle informazioni e dei siti web.


Vai ai nostri servizi:

Accessibilità web

Formazione del personale


Accetto le condizioni di Privacy Policy

Iscrizione avvenuta con successo